News

CIASPOLATA - QUARTA CLASSE

In un gelido mattino d’inverno la quarta classe si è ritrovata ad essere con le ciaspole ai piedi in alta montagna… ma perché?

Il tema dell´anno della quarta classe sono i miti Nordici, che vengono affrontati attraverso la narrazione delle storie dell’Edda poetica, della Valhalla e della saga di Sigfrido. Tutte queste storie sono ambientate nel nord Europa e i personaggi sono chiamati a confrontarsi con queste potenti forze naturali quali tempeste, neve, ghiaccio, vento e paesaggi solitari. 

Come in tutte le mitologie, quelle che noi oggi percepiamo come fenomeni naturali, hanno in queste storie una personificazione che si manifesta sottoforma di creature soprannaturali. 
Sono storie di combattimenti, sfide e duelli contro nemici che personificano elementi naturali e difficoltà umane. 

L’idea di fare la ciaspolata nasce dalla volontà di fare sperimentare ai bambini questi ambienti e di affrontare con coraggio alcune sfide quali la fatica, il freddo, la sveglia nella notte. 
Il vivere il nascere del sole in montagna porta i bambini spontaneamente in una atmosfera di sacralità che li ricollega naturalmente con le forze primordiali presenti nella natura, per questo la sveglia alle 5!

Ecco un testo scritto con i bambini: 
Volevamo proprio vedere l’alba sulla neve!
Per questo siamo andati in Lessinia, a casa della maestra. Dopo una gustosa cena ci siamo accampati con materassini e sacco pelo nella cucina della maestra Brigida. La stufa era incandescente e ogni tanto qualcuno chiacchierava e …. la maestra si arrabbiava.
Nel nostro accampamento c’erano anche il cane e i due gatti della maestra.
Bi - Biiip- Bi - Biip- Bi - Biiip! Erano le 5 e suonavano 4 sveglie! Era giunta la mattina tanto attesa!
Mentre viaggiavamo in auto, i fari illuminarono una piccola volpe che curiosa si addentrava nel bosco. 
Alle 6 con cappello, torcia e ciaspole ai piedi eravamo ai Parpari pronti per partire!
Man mano che avanzavamo tra i prati innevati, aumentava la luce ed iniziavamo a vedere delle malghe e tanta, tantissima neve bianca e fresca! Era così bella che ci spiaceva calpestarla!
Ma il sole se ne stava timido dietro ad una fitta coperta di nuvole ma ad un tratto si alzò la coperta e spuntò un occhio luminoso… tutti in cerchio lo abbiamo salutato e in silenzio abbiamo ripreso il nostro cammino. 


CALENDARIO

DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA SCUOLA


VISITA LA PAGINA FACEBOOK


CONVENZIONE CON DOLOMITI ENERGIA