News

I PASTORI DI PRIMA CLASSE

La nostra avventura con il lavoro manuale è iniziata con una storia, la storia di una pecorella birichina e girovaga e del pastore che le aspettava nell’ovile. 

Così con la lana delle pecorelle, abbiamo imparato a lavorare a maglia per fare un mantello al pastore per l’inverno. Mentre dai ferri nasceva il mantello, abbiamo cucito un abito per il pastore e poi abbiamo avvolto la lana per creare una testa e un corpo e infine rivestito la testa con un bel cappello fatto di feltro. Ogni bambino ha creato per il suo pastore ciò che gli serviva, chi la cintura a catenella, chi una borsa a maglia, chi un portavivande e naturalmente tutti, abbiamo cercato in giardino un bastoncino da levigare, perché ogni pastore che si rispetti ha bisogno del bastone per guidare le pecore.

In questo processo, durato tutto l’anno, i bambini hanno imparato a lavorare a maglia, a cucire, fare catenelle, attaccare bottoni, lavorare il feltro, rammendare... 

E il pastore che con tanta gioia hanno portato a casa è l’immagine di un essere umano che con amore, ma anche con fermezza, conduce le sue pecorelle, che si preoccupa se non le vede tornare o se si fanno male, che se ne prende cura ogni giorno, affinchè crescano sane e forti. Una figura a cui si possono affidare per essere condotte lungo il loro cammino.



CALENDARIO

DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA SCUOLA


VISITA LA PAGINA FACEBOOK


CONVENZIONE CON DOLOMITI ENERGIA